Cybersecurity: dai corsi al lavoro

I corsi sulla cybersecurity e la richiesta del mercato

La cybersecurity è oggi una chiave di volta fondamentale per entrare nel mercato del lavoro. Diventare un esperto in sicurezza informatica significa aprirsi a opportunità importanti e assicurarsi una crescita professionale sicuramente interessante. 

In più, è oggetto di materia ormai regimentata dal legislatore, per cui le aziende sono obbligate a mettersi in regola con le direttive e a rivolgersi, quindi, a professionisti del settore. 

Ma di cosa si occupa esattamente un responsabile della sicurezza informatica?

Il Responsabile della Sicurezza Informatica

È una figura cardine per i procedimenti di sicurezza aziendale ed è in grado di prevenire gli attacchi informatici, di combattere minacce virtuali e di calcolarne i rischi. Inoltre, elabora e applica procedure per mettere al sicuro i dati sensibili aziendali. Per questo motivo, il responsabile della sicurezza aziendale si occupa anche della credibilità dell'azienda e dei suoi canali digitali. Lo specialista della cybersecurity, quindi, è una figura professionale attualmente considerata indispensabile, proprio per la progressiva digitalizzazione delle attività e delle informazioni. E i corsi sulla cybersecurity devono mirare a fornire una formazione completa e sicura.

Tecnologia e cybersecurity: le nuove esigenze delle aziende

Quello della cybersecurity è un universo estremamente vasto, che spesso sfugge alle definizioni. Ecco perché si individuano figure professionali ben distinte tra loro, come ad esempio l’amministratore di dati o l’architetto delle informazioni. A queste figure più "tecniche", si affiancano poi professionisti che sanno come scongiurare gli attacchi della criminalità informatica con competenze diverse. Ad esempio, c'è chi si occupa di cybersecurity livello legale, o a livello psicologico, per capire l’avversario e combatterlo. In generale, la difesa da eventuali attacchi è sicuramente l’attività principale, volta alla salvaguardia dei dati sensibili aziendali.

Tra le sue mansioni, il Cyber Security Manager annovera anche la progettazione di piani e di strategie di prevenzione nei confronti di eventuali attacchi hacker. Nel caso in cui la prevenzione si rivelasse una contromisura insufficiente, lo specialista interverrà su software infettati e reti aziendali violate. 

Ecco, in breve, le altre attività di competenza del Cyber Security Manager

  • aggiornamento costante

  • individuazione e risoluzione di bug del sistema

  • creazione di antivirus efficaci

  • verifica dei sistemi e del funzionamento dei software tramite test

  • Cybersecurity e lavoro

I corsi cybersecurity possono essere considerati attendibili sono se rispondono al vasto arco di richieste del mercato, direttamente agganciato alle richieste delle aziende. 

Formarsi alla cybersecurity: la richiesta di esperti in sicurezza informatica

Il crescente processo di digitalizzazione delle aziende e i contestuali incentivi regionali hanno contribuito in maniera determinante alla crescita vertiginosa della domanda di esperti in sicurezza informatica. Le aziende stanno internalizzando i professionisti del settore. Ma ci sono anche altre strade professionali da poter percorrere, come quello del libero professionista: molti cybersecurity manager lavorano infatti come freelance offrendo la propria consulenza da professionisti esterni.

Ma quali sono le aziende che maggiormente richiedono queste figure?

La richiesta arriva spesso da multinazionali o da imprese medio-grandi, con banche-dati e sistemi informatici ad alto rischio di attacco hacker. Ma anche le aziende più piccole richiedono sempre più questa professionalità. Ci sono, poi, dei settori che più di altri hanno la necessità di proteggersi e mettersi in regola: parliamo delle banche, delle compagnie assicurative, gli e-commerce e le compagnie di telecomunicazioni.

Ma, ad ogni modo, da quando è entrato ufficialmente in vigore il General Data Protection Regulation, nel maggio 2018, tutte le imprese sono state chiamate a tutelare la propria attività da eventuali rischi di violazione e ad assicurare un sistema di protezione anche per i dati di cui entrano in possesso.

Le possibilità di guadagno

Proprio perché si tratta di una figura estremamente ricercata, le prospettive di guadagno sono considerevoli:  un responsabile della sicurezza informatica può percepire uno stipendio intorno agli 80 mila Euro l’anno, ma può arrivare anche a 100 mila Euro se lavora in aziende internazionali. In Italia, la cifra scende: si parla di 40 mila Euro all’anno. La vera sfida, per le imprese italiane è davvero quella di riuscire a trattenere i professionisti preparati, attratti da prospettive ben più rosee all’estero.

A questo punto, è importante determinare un percorso valido e professionalizzante che assicuri una formazione reale a chi vuole accedere a questa carriera.

Corsi Cybersecurity: la formazione che prepara al mondo del lavoro

L'alternativa valida ad un percorso universitario è senz'altro un corso di formazione professionalizzante, completo e riconosciuto, reso da un ente di formazione accreditato. Per essere davvero valido, un corso deve articolarsi seguendo la richiesta del mercato, per preparare davvero al mondo del lavoro. Ma un corso valido può anche rivolgersi a lavoratori delle imprese che hanno bisogno di formarsi e di aggiornarsi per crescere professionalmente e aprirsi a nuove opportunità.
Di certo, gli obiettivi principali rimangono quelli di r
endere consapevoli i fruitori sul tema del cyber risk, che rappresenta un punto critico nel processo di analisi e riduzione dei rischi cui un’azienda può incorrere nella conduzione della propria attività. L’adozione di efficienti ed efficaci strumenti di gestione del cyber-rischio (cyber risk management) assume rilevanza cruciale, in quanto da essa possono dipendere le sorti stesse dell’impresa.

La tua ricerca di un corso certificato può cominciare qui.